ATTENZIONE

Avviso ESMA: Dal 2 luglio 2018 le Opzioni binarie sono vietate in Italia e nei paesi Cee.
Questa pagina rimane a solo scopo informativo.
Se sei interessato al trading online ti consigliamo di valutare il il forex e il trading di criptovalute.

Guadagnare con Youtube

Consigli e idee per guadagnare su Youtube

guadagnare su youtube

guadagnare su youtube

YouTube è un’alternativa eccellente per lavorare da casa. Senza dubbio è il più grande portale video su internet. Supporta tutte le forme di video come clip, media televisivi, video musicali, video blogging, cortometraggi e video educativi.

Questo servizio di hosting video consente agli utenti di caricare e condividere video personali, e di guardarli legalmente. Gli utenti in genere caricheranno contenuti video tramite il sito web del servizio di hosting.

Il tipo di contenuto video caricato potrebbe essere qualsiasi cosa, da video clip a brevi a programmi televisivi e filmati di diversa lunghezza.

L’hosting video memorizza il video sul suo server e offre agli utenti la possibilità di abilitare diversi tipi di codici embedding o collegamenti, che consentono agli altri di visualizzare il contenuto video. Su YouTube quindi gli utenti possono guardare e condividere delle sequenze video.

Il principio dei canali permette agli utenti del sito, privati o professionisti, di raggruppare i video che caricano sullo stesso unico profilo pubblico.

Lo avrete usato mille volte per guardare video e divertirvi, ma lo sapete che si potrebbe anche guadagnare con YouTube?

Potreste costruirvi un canale su cui caricare alcuni contenuti video, con anche la possibilità di guadagnare soldi dallo stesso. Molte star di YouTube sono riuscite a guadagnare la loro fetta di successo solo pubblicando video.

Molti si saranno già chiesti o si chiederanno come si può riuscire a guadagnare con YouTube attraverso i video che si pubblicano online.
Per guadagnare con YouTube l’unico valido sistema è la pubblicità, quella che viene mostrata prima dei video o direttamente sugli stessi.

Sarà semplice averla, basterà diventare partner di YouTube, quindi per potere guadagnare su YouTube è indispensabile diventare partner del sito. Per essere accettati nel programma, occorrerà avere un discreto numero di views, tanti video caricati sul canale e non bisognerà compiere infrazioni relative al copyright o al regolamento interno di YouTube, dal momento che si avranno tutte le carte in regola, perché non provarci, a te non costerà nulla.

Per generare dei guadagni considerevoli con YouTube si necessiterà di avere un pubblico consistente. In realtà sono molto poche le persone che riescono a vivere di solo YouTube, inteso come il ricavato dalle pubblicità, anche se comunque molte più persone riescono a guadagnare grazie alla promozione personale che YouTube, con la sua vastissima portata di pubblico, permette di compiere.

Non vi stiamo dicendo che potreste raccogliere milioni di euro dai vostri video di YouTube (anche se, c’è una possibilità che possa accadere!), ma si possono monetizzare efficacemente i vostri video di YouTube per guadagnare un buon reddito extra e passivo online.

Al fine per caricare dei contenuti è indispensabile un canale YouTube.

Ogni account su YouTube o su Google ha un canale YouTube collegato ad esso. Una volta che si è determinati ad attivare un canale si dovrebbe lavorare sul suo aspetto tecnico che comprende la ricerca di parole chiave che aiuta le persone a trovare facilmente il vostro canale. È fondamentale anche decidere e progettare l’intera grafica del vostro canale, cioè come verrà visualizzata la prima pagina da ogni visitatore. Pertanto, deve essere attraente e ricondurre facilmente a ciò che voi fate.

Assicurarsi che le parole chiave siano legate al vostro sito web. Molte volte un piccolo errore potrebbe essere fuorviante e comportare la cancellazione del vostro abbonamento.

Si dovrebbe anche prestare particolare attenzione al momento di decidere il nome utente per il vostro canale. Può funzionare a vostro vantaggio se fatto bene, ma può anche portare a risultati disastrosi se non idoneo. Cercate di essere brevi, originali e facili da ricordare in modo che le persone possano ricordarvi facilmente.

YouTube è senza dubbio il più grande portale video su internet. Supporta tutte le forme di video come clip, media televisivi, video musicali, video blogging, cortometraggi e video educativi.

Ma qual è la prima cosa da fare?

Prima di tutto sarà importante capire come diventare partner del noto portale video e, di conseguenza, capire più approfonditamente come guadagnare con YouTube.
Un altro elemento importante da tenere in considerazione è quello delle partnership con aziende di terze parti, perché l’affiliazione standard di YouTube, è solo per chi non ha ambizioni e non consente quindi di ottenere guadagni molto alti.

Chi invece riceve molte visualizzazioni su YouTube, quelli che ottengono diverse decine di migliaia di visualizzazioni su ogni video e contano su circa centinaia di migliaia di iscritti, di solito si affidano a dei Network esterni che fanno da intermediari con il portale di Google, i quali, in cambio di una piccola percentuale sui guadagni derivati dalla pubblicità, consentono a loro di ricevere supporto tecnico, le promozioni per aumentare le views e dei contenuti extra da utilizzare nei video.

Per trovare il Network più adatto al proprio canale è possibile anche ad esempio cercare i servizi utilizzati dagli YouTuber più famosi sfruttando la piattaforma SocialBlade. Servirà trovare un Network che ti farà ottenere la partnership in pochissimo tempo, dove non servono moltissime visualizzazioni ed iscritti, tutto quello che servirà fare, saranno dei video originali e che ovviamente non violano il copyright.

Una volta visualizzata la pagina Web principale di SocialBlade, basterà digitare il nome utente di uno YouTuber nella barra che si trova in alto a destra e cliccare sul pulsante “Search”. In alternativa per trovare altri Network, si può anche consultare sul web la classifica dei Top 100 Network.

Tralasciando la tipologia di Affiliazione che si andrà a scegliere, YouTube paga i video in base a un criterio denominato CPM, ovvero costo per mille impressioni.

La somma in denaro che spetta a chi sfrutta la pubblicità su YouTube, è dunque legata a quanto pagano gli sponsor, e la cifra potrà variare ogni mese. In generale, è comunque possibile affermare che ogni 1000 visualizzazioni su un video con pubblicità, sarà possibile ottenere soltanto pochi euro, circa dai 5,00 euro ai 7,00 euro lordi.
Dal momento che avrai deciso di provare a guadagnare con YouTube, e quindi di diventarne partner, la prima cosa che si dovrà fare sarà quella di collegarsi al pannello di gestione del proprio account.

Lo avrete usato mille volte per guardare video e divertirvi, ma lo sapete che si potrebbe anche guadagnare con YouTube?

Potreste costruirvi un canale su cui caricare alcuni contenuti video, con anche la possibilità di guadagnare soldi dallo stesso. Molte star di YouTube sono riuscite a guadagnare la loro fetta di successo solo pubblicando video.

Non vi stiamo dicendo che potreste raccogliere milioni di euro dai vostri video di YouTube (anche se, c’è una possibilità che possa accadere!), ma si possono monetizzare efficacemente i vostri video di YouTube per guadagnare un buon reddito extra e passivo online.

Cosa ti serve per iniziare?

Per guadagnare tramite YouTube, come per tanti altri metodi simili online, sta nei numeri di visualizzazione, dove solo i grandi numeri consentiranno di guadagnare direttamente, cioè quanto proposto da YouTube. Diverso è il discorso del guadagno indiretto, dove vendendo determinati prodotti, non si avrà l’entrata direttamente da YouTube, ma dal fatto che si utilizzerà la piattaforma per le vendite. Inoltre, se si ha un blog, si può utilizzare YouTube per pubblicare i propri video. Se si dovessero pubblicare dei video non propri, quindi video che sono protetti dai diritti d’autore, ci si ritroverà poi, in presenza di una violazione del copyright.

Qual è il primo passo per guadagnare con Youtube?

Il primo passo sarà la elaborazione di un video, che verrà poi caricato all’interno della piattaforma di YouTube. Successivamente, si dovrà comunicare al team di YouTube, che si vogliono inserire le pubblicità all’interno del video. Il filmato verrà valutato, e se il video rispetterà i criteri del regolamento di YouTube, si avrà l’alta probabilità che verrà approvato.
Allora, per poter iniziare a guadagnare con YouTube si deve, per primo, aprire un account AdSense. Successivamente, si potrà presentare la domanda di iscrizione al programma di Partnership di YouTube. Dopodiché, una volta deciso, si darà il consenso a YouTube, di inserire la pubblicità nei video, e di riscuotere la sua parte di incasso.

Come riuscire a farsi pagare per fare quello che ci piace?

Un metodo, è quello d’inserire la pubblicità a pagamento all’interno dei video che ospita e, in questo modo, può poi dividere l’incasso pubblicitario con l’inserzionista. Succede che, dopo aver pubblicato un diverso numero di video all’interno, si potrà decidere se inserire o meno, all’interno dei propri video, le varie inserzioni pubblicitarie. Il guadagno consiste nel rapporto percentuale di visualizzazione dei video pubblicati, che più verranno visti, e più le inserzioni verranno cliccate.

Un altro metodo, per guadagnare con YouTube, è quello di farsi pagare per guardare dei video pubblicitari. E’ possibile attraverso l’iscrizione al sito Paid2YouTube, dal quale si verrà pagati per guardare dei video sponsorizzati, della durata di circa 30 secondi ognuno.
Ogni giorno, diranno quanto si potrà guadagnare con gli spot in catalogo. A fine mese, si guadagneranno poche decine di euro. Danno, inoltre, la possibilità di invitare amici, e guadagnare una percentuale sul loro volume d’affari.

Si può utilizzare YouTube per promuovere un brand, ovvero un marchio di un prodotto, o di una linea di prodotti. E’consigliato realizzare dei buoni video, partendo dal contenuto, dove le informazioni dovranno essere chiare, sintetiche e pratiche. Per quanto riguarda il formato, si consiglia in 16:9. E’preferibile farsi vedere di persona all’interno dei video, questo inspira le persone ad avere più fiducia. Per la voce, si consiglia di non utilizzare il microfono integrato nella videocamera, perché non fa risaltare la voce in modo chiaro, pulita.

Per montare i video, ci sono dei software appositi. Per la foto dell’account, sarà meglio inserirne una che sia fedele al tuo profilo. In ultimo, ma non meno importante, è la durata del video, che dovrà limitarsi a pochi minuti.

Quanti soldi si potrebbero fare?

Si guadagnerà, dal momento in cui si riceveranno dei click sulle pubblicità, dove sarà importante che i sponsor siano in tema con il video e dalle Impressions, cioè la frequenza di pubblicazione dell’annuncio, dove verrà conteggiata un’impressione, ogni volta che l’annuncio viene pubblicato su una pagina dei risultati di ricerca, o un sito della Rete Google. Il profitto, varierà molto in rapporto a quanta pubblicità riescono a inserirci dentro, e dalla effettiva possibilità di poter sfruttare al meglio il video per le varie sponsorizzazioni. La pubblicità, verrà messa sia all’inizio del filmato, tramite un video di 20 secondi, e durante il filmato, con dei banner che stazionano in basso, per una trentina di secondi.

guadagnare su youtube

guadagnare su youtube

Come convincere le persone a guardare i propri video?

Per cercare maggiore visibilità su YouTube, è importante, ad oggi, conoscere diversi componenti, che determinano il posizionamento dei video su YouTube, che sono:

  • Tempo di visione: è considerata più rilevante delle visualizzazioni;
  • Fattori relativi al video: produrre video di alta qualità;
  • Fidelizzazione: l’insieme delle azioni di marketing, volte al mantenimento della clientela già esistente. Si realizza attraverso una serie di strategie, volte a creare il più elevato grado di soddisfazione del cliente;
  • La fidelizzazione del pubblico: è la percentuale di completamento di un video;
  • Visualizzazioni: si ritiene che si possa falsare con facilità e che non rispecchi la reale qualità del video.

Le attuali modalità, con cui le persone trovano video da guardare, attraverso la ricerca e i video consigliati, mettono per prima in evidenza, i video effettivamente guardati dagli spettatori, rispetto a quelli su cui gli utenti fanno click per poi lasciarli.
Riflette un grande cambiamento nel modo di pensare della SEO (Search Engine Optimization), riguardante in questo caso di YouTube. Con il termine, ottimizzazione per i motori di ricerca (in lingua inglese Search Engine Optimization, in acronimo SEO), si intendono, nel linguaggio di internet, tutte quelle attività volte a migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca, al fine di migliorare, e mantenere il posizionamento nelle pagine di risposta alle interrogazioni degli utenti del web.

I produttori dei video, devono assolutamente determinare delle strategie di ottimizzazione, oltre a quelle volte all’aumento delle visualizzazioni.

La permanenza, il tempo di visione dello spettatore, si può cercare di aumentare utilizzando, ad esempio, diverse tecniche e strumenti:

  • Avvalersi della funzionalità Contenuti in primo piano, che permette di promuovere un video o una playlist, su tutti i video;
  • Produrre playlist potenziate;
  • Organizzare la home del canale, creando diversi passaggi per il visitatore;
  • Servirsi delle annotazioni e della end card, per invitare lo spettatore a guardare gli altri tuoi video;
  • L’obiettivo è quello di trasformare un singola visualizzazione, in più visualizzazioni.

Attraverso YouTube Analytics, dove si può accedere, direttamente dalla pagina del proprio account, si dispone dei mezzi per monitorare il rendimento del canale e dei video, con metriche e rapporti aggiornati. E’ un mezzo che fornisce diversi dati, disponibili in rapporti differenti, come ad esempio, il tempo di visualizzazione e le sorgenti di traffico.
In specifico,  si legge il rapporto fidelizzazione del pubblico, dove viene riportato, sia se i video vengono guardati dall’inizio alla fine, o sia se vengono lasciati. Questo può tornare d’aiuto, perché così si ha la possibilità, eventualmente, di migliorare o no la qualità dei video. Si consiglia di perfezionare i video dalla fase di produzione.

In questo modo, si potrà avere più consapevolezza dei contenuti effettivamente visualizzati dagli spettatori, indipendentemente da coloro che fanno click e poi abbandonano la visualizzazione.

E’ fondamentale creare video ad alto coinvolgimento, rendendoli più sintetici, tagliando tutto ciò che è superfluo, poco chiaro oppure poco scorrevole.

Ma cos’è veramente importante?

Sarà importante assicurarsi del fatto che il proprio canale goda di una buona reputazione, sia per quanto concerne il copyright, e sia per quanto riguarda le norme della community, quindi si dovrà verificare che accanto alle voci “Norme della community” e “Copyright“, ci sia un pallino di colore verde, e se nel caso non fosse così non sarà possibile richiedere la monetizzazione dei video, e quindi di conseguenza non si potrà iniziare a guadagnare con YouTube.

Una volta che ci si sarà accertati di questo, successivamente si potrà cliccare sul pulsante “Attiva”, in corrispondenza della voce “Monetizzazione”, in modo tale da inviare la tua richiesta per diventare un partner attraverso la monetazione pubblicando annunci sui tuoi video.

Nel caso in cui si incontreranno delle difficoltà ad accedere alla sezione “Monetizzazione” di YouTube, si potrà richiedere l’inserimento della pubblicità nei propri video compilando l’apposito modulo in ogni sua parte. A questo punto nella pagina che si visualizzerà, bisognerà poi cliccare sulla voce “Abilita il mio account”, dopodiché bisognerà aggiungere la spunta alle tre caselle presenti nella parte finale del riquadro visualizzato al centro della pagina Web, e infine bisognerà cliccare sul pulsante “Accetto” .

Ma quale sarà il passo successivo?

Il passo successivo sarà quello di scegliere i formati degli annunci disponibili, e poi si dovrà cliccare sul pulsante “Monetizza”. Prima di eseguire la disattivazione, si consiglia di lasciare le spunte sulle voci “Annunci In video overlay” e “Annunci video ignorabili”, o comunque di cliccare sulla voce “Anteprima” per visualizzare per bene di che cosa si tratta.
Dal momento poi che si verrà accettati nel programma dei partner, YouTube provvederà ad aggiungere, in maniera automatica, gli annunci a tutti i tuoi video, e nel caso non fosse possibile per uno o più video, ti verrà mostrata un’apposita notifica.

In un ulteriore momento si potranno in ogni modo attivare i banner pubblicitari nei propri video accedendo al proprio canale, selezionando la voce “Gestione video”, che si trova in alto a sinistra, applicando il segno di spunta accanto ai filmati su cui si vorrà attivare la monetizzazione, selezionando la voce “Monetizza” dal menu “Azioni”, ed indicando i tipi di pubblicità da visualizzare nei filmati che si saranno scelti.

Si dovrà tenere ben presente che, per far si che venga inserita la pubblicità nei filmati, e per questa ragione poter quindi guadagnare con YouTube, i video dovranno essere originali al 100% e non dovranno, come si è già detto in precedenza, violare nessuna regola né di copyright e né di comportamento, altrimenti non verranno pubblicati.

Prima di attivare la pubblicità, tuttavia YouTube verificherà il contenuto dei video tramite una procedura che potrà durare anche uno o due giorni e, in casi particolari, potrebbe richiedere l’invio di informazioni a riprova del fatto che si possiederanno tutti i diritti per utilizzare determinati contenuti a livello commerciale.

Per quanto riguarda i pagamenti, dall’affiliazione standard di YouTube, avvengono solo tramite Adsense, a differenza di quelli dei Network di terze parti, che potranno avvenire anche ad esempio tramite altri sistemi, quindi prima di attivare le pubblicità sui tuoi filmati, bisognerà assicurarsi di collegare il proprio account YouTube con Adsense.

Un altro strumento, che si può sfruttare a proprio vantaggio, accedendo sempre dalla propria pagina account di YouTube, recandosi nella voce “Gestioni video”, sono le Annotazioni. Permettono di aggiungere un punto di interesse, evidenziando un’area del video, o un testo interattivo, un testo con un link, all’interno del video. Aiutano a mantenere alta l’attenzione del pubblico e ad accrescere il tempo di permanenza su YouTube. E’quindi utile, sia per inserire messaggi aggiuntivi, consigli e sia per creare link ad altri video, playlist o canali. Si tratta di uno degli strumenti di marketing, più efficaci che si ha a disposizione, per inserire call-to-action e riferimenti.
C’è anche la possibilità, di utilizzare le annotazioni, visibili anche da mobile.

Come creare un canale YouTube

YouTube è una piattaforma su cui si possono caricare e vedere video di qualsiasi genere, qualsiasi cosa che venga ripreso, potrà essere caricato, insomma, che siano video divertenti tra amici, imprese epiche personali o professionali, che siano le simpatiche prodezze dei propri amici pelosi o pennuti, o che siano le genialità dei propri figli o nipoti, non importa.

Su YouTube si può trovare tutto, come ad esempio i cosiddetti video tutorial in cui vengono mostrati i procedimenti di attività varie, che potranno essere legate al mondo della cucina, o del cucito, dello scrapbooking di trucco, di stile, di recensioni di libri o film o prodotti, canzoni, lezioni di lingua e di qualsiasi altra materia vi venga in mente, giochi online, e molto altro ancora.

Ci sono aziende che posseggono dei propri canali dove pubblicizzano i propri prodotti, ci sono aziende musicali e cinematografiche che pubblicano i trailer dei propri film, i video ufficiali delle canzoni, i dietro le quinte, le interviste e quant’altro.

Su YouTube certamente si trovano anche video e film non ufficiali, quindi illegali.

Negli anni, varie persone hanno iniziato a pubblicare video non solo di tributo, ecc., ma veri e propri video-blog, detti ormai Vlog, in cui mostrano uno scorcio di loro e delle proprie vite. Inizialmente erano solo appassionati e in cerca di notorietà, ma YouTube è riuscita ad individuarne un potenziale, iniziando così a monetizzare ad esempio tramite le pubblicità, e far monetizzare i canali più seguiti.

Gli YouTuber più famosi hanno iniziato a guadagnare direttamente da YouTube, oltre a ricevere notorietà e richieste di collaborazioni e contatti da altre aziende, così facendo si è creato un giro di interessi molto grande che, insieme all’evoluzione di YouTube, ha coinvolto anche le aziende e gli YouTuber.

Ragionevolmente prima di poter caricare un video su YouTube, bisognerà creare un canale YouTube. Ad esempio se si avrà voglia di caricare i video delle vacanze o di condividere con gli amici i momenti di una giornata speciale, come ad esempio potrà essere la discussione della tesi di laurea o se più semplicemente si vorrà mostrare a tutta la Rete le proprie abilità con i programmi di animazione tridimensionale e di montaggio video, insomma, i motivi per caricare un filmato online potranno essere i più disparati, come i pochi appena elencati e molti altri ancora.

YouTube naturalmente, è la prima opzione che vi potrà venire in mente quando ci sarà da caricare un filmato online.

YouTube ad oggi è la piattaforma di condivisione video più famosa e utilizzata al mondo, con decine di milioni di utenti attivi ogni giorno, ad esempio gli utenti unici mensili possono superare il miliardo, e un numero indefinito di video vengono caricati nei server sparsi per il mondo, ad esempio ogni minuto vengono caricati filmati per una durata complessiva di 100 ore, e ogni mese vengono visti video per 6 miliardi di ore.

Per poter caricare i video su YouTube, però, ci sarà prima da creare un canale YouTube che conterrà i contenuti multimediali da potere poi condividere. La procedura, comunque, è abbastanza veloce e non richiederà particolari abilità informatiche.

Per poter utilizzare YouTube per caricare video, e per commentare e valutare video già presenti sulla piattaforma, si dovrà possedere prima di tutto un account Google. Grazie alle credenziali di accesso ai servizi web, come ad esempio Gmail, Google Drive, sarà possibile accedere anche alle funzionalità della piattaforma di YouTube e nel caso in cui non si abbia ancora un account Google, si dovrà procedere con l’apertura di essa.

Alla fine della registrazione YouTube richiederà il numero di telefono, questo perché prendono molto sul serio lo spam e i comportamenti illeciti.

L’utilizzo del telefono per la verifica dell’identità degli utenti consente a YouTube di proteggere la propria community e di contrastare i comportamenti illeciti.

YouTube utilizzerà il numero di telefono inserito per inviare un codice di verifica e per verificare che non venga utilizzato su molti account, non vendono le tue informazioni personali.

Per potere poi accedere al proprio profilo YouTube, basterà cliccare sul pulsante blu, presente nella parte alta a destra della homepage, e inserire nome utente e password dell’account Google.

Una volta dentro, si potrà subito notare come la parte in alto a destra sia cambiata, perché al posto del pulsante “Accedi” ci sarà il nome utente e la foto, nel caso l’aveste inserita, utilizzata per iscriversi a Google. Cliccandoci poi sopra si aprirà un menu contestuale, grazie al quale si potrà creare il canale YouTube, scegliendo la voce “Il mio canale”.

Vi verrà in seguito chiesto di inserire alcune informazioni personali per completare il profilo, dopo di ché si potrà accedere al proprio canale. In questo modo la prima parte della procedura per la creazione di un canale YouTube è terminata. A questo punto, infatti, si potranno caricare video, valutare i filmati già presenti su YouTube e commentarli.

L’utente, potrà poi decidere di personalizzare ulteriormente il proprio canale, come ad esempio inserendo un’immagine di copertina sullo stile di quella del profilo di Facebook, e altri elementi grafici per rendere unico il proprio canale.

Come personalizzare la grafica del canale YouTube

Il primo elemento da personalizzare, però, sarà l’url del canale. Al momento della creazione, infatti, verrà assegnato un indirizzo casuale, composto da una stringa di caratteri alfanumerici.

YouTube tuttavia, dà la possibilità di sceglierne uno a proprio piacimento. In questa maniera sarà possibile impostare un indirizzo più semplice e facilmente memorizzabile. Si dovrà accedere alle “Impostazioni avanzate” dell’account e dopo di ché cliccare sul link “Crea link personalizzato”. Qui si potrà scegliere il nome con cura, perché una volta impostato potrà essere cambiato nuovamente solo con una lunga e complicata procedura.

Una volta che si avrà completato il processo, si verrà reindirizzati sulla pagina precedente, dove comparirà una riga evidenziata di verde che confermerà la buona riuscita dell’operazione, e con su scritto “Hai creato un URL di canale personalizzato. Il nuovo URL del canale è http://www.youtube.com/…….e il vostro nome.”

Ora si potrà passare a personalizzare la grafica del proprio canale. La copertina dovrà rispettare delle misure ben precise, perché altrimenti ad esempio l’immagine potrebbe risultare tagliata arbitrariamente. Si consiglia di utilizzare per le immagini le dimensioni di 2560×1440 pixel. Si dovrà successivamente tornare al proprio canale e cliccare sul pulsante blu “Aggiungere la grafica del canale” che si troverà al centro della schermata.

Si aprirà successivamente una nuova finestra grazie alla quale si potrà caricare un’immagine creata ad hoc per la copertina, o si potrà sceglierne una da un album Google+. Nel caso si decida per la prima opzione, si dovrà cliccare su “Seleziona una foto dal tuo computer” e attendere il caricamento dell’immagine.

Al termine dell’operazione, una nuova finestra mostrerà come apparirà la grafica del canale con la foto scelta. Da questo punto si potrà optare se modificare l’immagine cliccando su “Ritaglia la foto” oppure lo si lascerà fare a YouTube, spuntando la voce “Correzione automatica”. Dopo aver fatto la propria scelta si dovrà cliccare sulla voce “Seleziona”, e così facendo la personalizzazione del canale sarà completa.

Le playlist di Youtube

Se ne possono creare di personalizzate su qualsiasi tema, oppure si potranno salvare Playlist interessanti di altri utenti sulla propria pagina, il tutto in pochi click.

Si potrà così risparmiare tempo e cercare direttamente le Playlist su temi interessanti già creati dagli altri utenti. È semplice, dopo aver ricercato i temi di tuo interesse, potrai scegliere un’opzione su “Filtri” per visualizzare solo le Playlist inerenti. Questo aspetto è molto conveniente, se ad esempio, si starà cercando un artista, con le playlist delle collezioni dei suoi album e dei suoi video musicali appariranno immediatamente in una finestra.

Ci sarà la possibilità di scaricare Playlist con 4K Video Downloader, che è noto per essere la più semplice applicazione per scaricare Playlist con risoluzione di 720p, di 1080p, e di 4K e nei seguenti formati audio e video, MP4, FLV, MKV, 3GP, M4A, OGG.

Il programma inoltre dispone di diverse funzioni che velocizzano e semplificano il download delle Playlist, quali ad esempio:

  • Creazione di una sottocategoria per le Playlist scaricate;
  • Opzione di regolazione dell’intensità;
  • Opzione di regolazione della velocità;
  • Aggiungere la numerazione ai nomi dei file nelle Playlist;
  • Generazione di un file .m3u per le Playlist scaricate.

Le opzioni menzionate potranno essere incontrate e modificate cliccando su “Preferenze” nell’angolo in alto a destra della finestra delle applicazioni.
Inoltre se si vorrà velocizzare il processo evitando di dover scegliere ogni volta il formato, la qualità e i sottotitoli quando si scaricherà un video con impostazioni specifiche, si consiglia di utilizzare la Modalità Intelligente.

Creare una Playlist di Youtube in pochi passi…

I passi per creare una propria Playlist di YouTube sul computer, saranno per prima quello di scegliere un video che si vorrà aggiungere alla propria Playlist e poi cliccare sul pulsante sottostante. Si dovrà poi cliccare su “Crea una nuova playlist“, inserisci il nome della Playlist, dopodiché si dovrà scegliere le impostazioni sulla privacy e infine si dovrà cliccare su “Crea”.

Per creare invece la lista di YouTube su iOS, si dovrà scegliere un video che ti piacerebbe aggiungere alla Playlist e mentre il video sarà in riproduzione, si dovrà cliccare su di esso per visualizzare l’icona aggiungi Playlist, poi si dovrà cliccare su “Aggiungi alla Playlist”. Il passo successivo sarà quello di cliccare su “Crea una nuova Playlist”, dargli poi un nome, dopodiché si dovrà cliccare sul campo per modificare le impostazioni sulla privacy e infine si dovrà cliccare sulla casella di controllo.

Quando invece si avrà bisogno di creare la propria Playlist di YouTube su Android, si dovrà scegliere un video che ti piacerebbe aggiungere alla Playlist e mentre il video sarà in riproduzione, si potrà cliccare su di esso per visualizzare l’icona aggiungi Playlist, poi si dovrà cliccare su “Nuova playlist” e dove poi le si attribuirà un nome. Si dovrà poi cliccare sulla casella per modificare le impostazioni sulla privacy e infine cliccare su “OK“.

La playlist di Youtube

La playlist di Youtube

L’importanza della Privacy

Un’altra cosa importante da sapere fare è come cambiare le impostazioni sulla privacy della Playlist di YouTube. Gli utenti a volte incontrano difficoltà nello scaricare le loro Playlist con 4k Video Downloader, e nella maggior parte dei casi il motivo è perché le loro liste sono private.

Al fine di scaricare correttamente una Playlist, sarà necessario rendere pubblica la lista,

e se non lo sarà si dovrà modificare le impostazioni di privacy, almeno per il tempo necessario per scaricare i video di tua scelta.

Si dovrà andare alla pagina delle tue Playlist e cliccare prima su un nome di una Playlist di tuo gradimento, poi cliccare su un simbolo della privacy vicino alla miniatura del video, che ha la forma di un globo, un lucchetto semi-aperto o un lucchetto chiuso, a seconda delle impostazioni di privacy che si avrà scelto durante la creazione della lista.

Impostare la Privacy

Successivamente apparirà una finestra dove sarà possibile scegliere l’impostazione di privacy e un ordine preferibile per i tuoi video, dove lì sarà possibile anche impostare le opzioni per aggiungere nuovi video automaticamente alla propria Playlist attraverso la parola chiave, o per specifiche parole oppure tag di descrizione. Cliccando inoltre su “collabora”, si potrà dare una possibilità ai propri amici di contribuire alla tua Playlist aggiungendovi dei video.

Ci sono Playlist da guardare più tardi, che potranno essere create cliccando sul simbolo presente sui video di YouTube o aggiungendoli direttamente nella lista, allo stesso modo in cui si aggiunge un video ad una Playlist nuova o esistente. Tale funzione opera con lo stesso principio delle altre Playlist di YouTube, i video sono in coda in ordine, si potrà scegliere di guardarli uno per uno, o sceglierne uno in particolare e visualizzarlo.

La funzione “guarda più tardi”, in seguito ti darà l’opportunità di tenere traccia di tutti i video che intendi guardare o che hai già guardato, ma che desideri farlo di nuovo, e la funzione “guarda più tardi” ti aiuterà a non perdere di vista quei preziosi video. E’ assolutamente privato, nessuno sarà in grado di vedere ciò che hai salvato, ed è anche facile rimuovere tutti i video che hai già guardato dalla lista semplicemente con un solo click.

La propria Playlist

Si potrà inoltre creare delle Playlist di My Mix, dove questo si basa su un algoritmo intelligente utilizzato da YouTube che potrà quasi magicamente indovinare ciò che ogni utente potrà decidere di vedere successivamente, sulla base dei video contrassegnati con “mi piace” e visualizzati con più frequenza.

Anche se non desideri creare la tua lista, YouTube ha recentemente creato una Playlist di video scelta, considerando le tue preferenze e gusti personali.

La tua compilation è situata nella parte superiore della pagina principale di YouTube, proprio sopra tutte le altre cose più importanti, ovvero il nuovo materiale dalle iscrizioni, i video “Guarda di nuovo” e le raccomandazioni per dare un’occhiata ai canali, alle collezioni e ai video singoli di tuo possibile interesse, come ad esempio se avrai visualizzato molti trailer, visualizzerai molti canali legati al settore cinematografico, mentre se sei un grande fan della musica popolare, allora YouTube ti suggerirà i canali VEVO ed E-music, e se invece sei un fan di cabaret, pesca, lavoro a maglia, qualunque siano i tuoi gusti, ci sarà sempre un certo numero di raccomandazioni basato sulle tue preferenze.

Come guadagnare con il proprio canale Youtube

YouTube è una piattaforma che solitamente ospita video realizzati direttamente da chi li carica, ma spesso contiene materiale di terze parti caricato senza autorizzazione, come ad esempio spettacoli televisivi e video musicali. Il rispetto del regolamento del sito, che vieta l’Upload di materiale protetto dal diritto d’autore se non se ne è titolari, si basa su una verifica “Ex Post”, ovvero è un’espressione latina che significa “dopo il fatto” cioè “a posteriori”, di quanto proposto dagli utenti.

Da qualche anno ormai è diventato possibile guadagnare con un canale Youtube.

YouTube consente l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, e si occupa anche di generare il codice HTML necessario. YouTube sarà accessibile connettendosi al Web con PC, Tablet e con dispositivi aventi funzioni analoghe, inoltre è accessibile anche da telefono cellulare. YouTube concede a utenti che hanno caricato almeno un video e che non hanno infranto le Norme della Community, l’Upload illimitato, riservato solitamente ai Partner.

Come aggiungere un video in una Playlist

Si potrà inserire un video all’interno di una Playlist che già esiste, partendo dalla schermata “Gestione Video”. Dalla scheda “Video caricati” si dovrà spuntare sul quadratino grigio posto a sinistra del video interessato e si poi si dovrà cliccare sul pulsante in alto a sinistra denominato “Aggiungi”. Dopo questo si aprirà un menu a tendina contenente tutte le Playlist create in precedenza, poi si dovrà scegliere quella desiderata e il video sarà automaticamente assegnato a quella categoria.

Sarà inoltre possibile aggiungere un video in una Playlist da un altro canale. Sarà possibile quindi aggiungere un video in una propria Playlist anche prendendolo da un altro canale.

In questo caso, una volta che si avrà effettuato l’accesso al proprio canale con le proprie credenziali sarà sufficiente cercare il video desiderato con la barra di ricerca Youtube, che si trova in alto alla pagina, per poi entrare nella pagina del video e cliccare in basso ad esso sul pulsante “Aggiungi” Si aprirà poi una sottofinestra nella quale si potrà selezionare la Playlist desiderata, oppure si potrà creare una Playlist nuova all’interno della quale automaticamente sarà indirizzato il video in questione. Si potrà ripetere l’operazione per ogni nuovo video che si intenderà aggiungere al proprio canale.

Gestire la piattaforma di Youtube con il proprio canale

Una cosa importante da tenere presente è che, se non si effettuerà l’accesso alla piattaforma con le credenziali del proprio canale, il tasto “Aggiungi” sotto a ogni video presente su Youtube, non apparirà. Sarà importante anche imparare come gestire le Playlist. Per creare una Playlist si dovrà cliccare di nuovo sul nome del canale che si trova in alto a destra, così da aprire nuovamente il menu principale, e dalle voci in elenco selezionare “Gestione video”.

La schermata che poi si aprirà, rappresenta il pannello di controllo di tutti i propri contenuti video. A sinistra ci sarà un elenco di schede che potranno aiutare l’operatore a gestire le proprie raccolte. Da questo elenco si potrà sceglie la voce “Playlist”, e subito dopo in alto a destra si potrà cliccare su “+ Nuova Playlist”. Si aprirà poi così una schermata più piccola, dove si potrà inserire il titolo della Playlist e un eventuale descrizione.

Come guadagnare con un canale Youtube

Come guadagnare con un canale Youtube

Per concludere e salvare il lavoro si dovrà cliccare sulla voce “Crea Playlist”, il pulsante si troverà subito dopo il campo della descrizione.

In seguito alla creazione della nuova Playlist il sistema poi rimanderà ad una finestra denominata “Modifica Playlist”, in cui si potranno settare alcune impostazioni. Sarà possibile scegliere una “Miniatura”, ovvero un’immagine rappresentativa della categoria appena creata, scegliendo dai fotogrammi dei video caricati, si potrà poi stabilire il livello di accesso ai video della categoria scegliendo tra l’opzione “Pubblico”, dove potrà essere visibile a tutti, o “Privato”, dove sarà visibile solo ai gestori del canale, e si potranno inoltre stabilire alcune impostazioni di condivisione. Una volta effettuate tutte le scelte desiderate sarà necessario salvare le modifiche cliccando su “Salva” che si troverà in alto a destra. Sarà necessario effettuare questo stesso procedimento per ogni categoria si desideri impostare.

Come gestire correttamente l’homepage

Un altro aspetto da imparare sarà la gestione della Home Page. Una volta che quindi si avranno caricati tutti i video desiderati sul proprio canale, sarà necessario attivare l’impostazione che consentirà di visualizzare in Home Page l’elenco delle Playlist che l’utente potrà sfogliare. Bisognerà recarsi dunque in Home Page cliccando sul nome del canale in alto a destra, e dal menu principale che si aprirà, si dovrà fare clic su “il mio canale” e dalla Home Page si dovrà cliccare su “Aggiungi Playlist” che apparirà al centro della pagina, evidenziato da un pulsante di colore azzurro.

Dalla finestra che si aprirà nel campo apparirà la scritta “Playlist in primo piano”, la quale definirà il titolo della sezione, che quindi potrà essere modificato con un nome sostitutivo.

Cliccando poi sul pulsante successivo denominato “Seleziona la Playlist da aggiungere”, in corrispondenza della freccia in grigio che starà sulla destra, si aprirà un menù a tendina, in cui appariranno tutte le Playlist create in precedenza. Selezionare, quindi, le Playlist che si vorranno far visualizzare in Home Page aggiungendo il segno di spunta al quadratino corrispondente. Si cliccherà quindi su “Aggiungi selezionate”.

Una volta conclusa questa operazione si dovrà cliccare su “Applica” per salvare le impostazioni.

Come impostare un video in primo piano

Per impostare un video in primo piano sulla Home Page, si dovrà cliccare sul pulsante azzurro denominato “Aggiungi un video in primo piano”, e dalla finestra che apparirà in seguito si dovrà cliccare il pulsante “Scegli un video in primo piano”. Si aprirà poi un’altra finestra, all’interno della quale saranno visualizzati tutti i video caricati.

Se si aprirà il menu in alto, denominato di default dal sistema “Video caricati”, sarà possibile scegliere i video anche dalle altre Playlist create in precedenza e all’interno delle quali vi saranno i video associati. Sarà sufficiente, quindi, selezionare la Playlist interessata dal menù a tendina, e di seguito saranno visualizzati tutti i video contenuti all’interno. Selezionare con un click quello che si desidererà.

Di seguito ai video visualizzati nella stessa finestra, vi saranno due opzioni che dovranno essere opportunamente impostate.

La prima riporterà la dicitura “Riproduci automaticamente il video una volta caricato il canale”, dove attivando questa impostazione, ogni qualvolta che un nuovo utente si collegherà al canale, vedrà il video principale attivarsi in automatico.

La seconda dicitura “Non visualizzare annunci nei video in questa pagina”, servirà per impedire oppure ad acconsentire a Youtube di aggiungere delle barre pubblicitarie al video riprodotto.

Una volta concluse tutte le selezioni desiderate, si potranno salvare facendo click sul pulsante “Applica” che si troverà in alto a destra.

Si potranno aggiungere anche altri canali in Home Page. Nella parte destra della Home Page apparirà un altro bottone azzurro denominato “Altri canali”. Da questo comando sarà possibile aggiungere altri canali Youtube affiliati, in maniera tale da creare una relazione con essi.

Dopo aver cliccato sul pulsante azzurro, alla finestra si dovrà indicare un nome personalizzato per il modulo che apparirà in HomePage, quindi, si dovrà scrivere il titolo scelto nell’apposito campo in grigio, che riporterà la dicitura “Canali in primo piano”. Nel campo inferiore denominato “Nome Canale”, si dovrà inserire il nome del canale che si intenderà associare.

Una volta che si avrà eseguito questa operazione, si dovrà cliccare sul tasto contrassegnato dal simbolo “+”, posto subito a lato.

Infine, si dovrà cliccare sul pulsante “Applica” che sarà posto in alto, per salvare le nuove impostazioni. Si potrà ripetere l’operazione per tutti i canali che si intenderanno aggiungere.

Lavorare da casa con Youtube

YouTube è una piattaforma web, che consentirà la condivisione e la visualizzazione in rete di video. Gli utenti potranno anche votare e commentare i video. Sul sito sarà possibile vedere videoclip, trailer, video divertenti, notizie, slideshow e molto altro ancora.

Anche con Youtube è possibile lavorare da casa! YouTube è quindi una piattaforma di video Hosting, sulla quale gli utenti potranno guardare e condividere delle sequenze video. Il principio dei canali permetterà agli utenti del sito, privati o professionisti, di raggruppare i video che caricano sullo stesso unico profilo pubblico. Ogni giorno, milioni di utenti si abbonano a dei canali.

Creare un canale YouTube è un’ottima scelta se si ha voglia di comunicare e condividere i propri video, i propri pensieri, il motivo è semplice, la potenza del Social Network video conta un miliardo di utenti in più ogni mese.

Gli utenti del web sono quindi avidi di video, così come i motori di ricerca, tra cui ad esempio Google, che posiziona sempre molto bene i video nei risultati di ricerca.

Per creare un canale YouTube sarà tassativo avere un Account Google. La creazione di un canale YouTube offrirà tante possibilità ai professionisti che vorranno migliorare la comunicazione. In termini di visibilità, un canale YouTube sarà particolarmente vantaggioso dato che appartiene ad un motore di ricerca performante, uno tra i primi al mondo.

Essendo ben indicizzato, e con contenuti di qualità, il canale YouTube potrà anche aumentare il numero di visite di un sito web associato. Un canale YouTube permetterà, come i Social Network classici, di delineare una community intorno ad un’impresa. Sul Web, i video sono riconosciuti come contenuti dinamici, originali e di qualità. Spesso condivisi sui Social Network avranno una portata potenzialmente ben maggiore, che un articolo di un blog o una singola foto.

Per iniziare a guadagnare con Youtube, occorre però, saper gestire ed organizzare le impostazioni di Youtube.

Come gestire le impostazioni YouTube

Ci sono diverse impostazioni di YouTube che potranno essere personalizzate, come ad esempio:

  • Impostazioni della grafica: dalla Home Page del canale, bisognerà cliccare sulla voce “Impostazioni” che si troverà in alto a sinistra, sotto il logo di YouTube, dopodiché si aprirà una finestra a schede, in quella denominata “Aspetto”, dove si potrà caricare un logo e uno sfondo personalizzato del canale. In entrambi i casi, facendo click sul pulsante “Scegli File”, si potrà caricare un’immagine precedentemente salvata sul computer, e se non si possiederà uno sfondo personalizzato sarà possibile impostare un colore dall’apposito comando posto in basso. Una volta caricati i file, il canale apparirà nella forma personalizzata desiderata;
  • Impostazione delle informazioni: dalla scheda “Informazioni e Impostazioni”, si potranno modificare le informazioni del canale. Sarà quindi possibile cambiare il titolo, inserire una descrizione e dei Tag, che serviranno a indicizzare il canale sui motori di ricerca, e sarà altamente consigliato compilare tutti i campi, così che la ricerca del canale risulterà molto più facile da parte degli utenti. Nel campo “Scheda Predefinita” scegliere “Scheda in Primo Piano” e lasciare tutto il resto invariato;
  • Impostazione del Layout: l’ultima scheda servirà per impostare come si vorrà visualizzare la Home Page, che corrisponde alla “Scheda in Primo Piano” precedentemente impostata. Si cliccherà quindi sulla scheda e si selezionerà la tipologia di Layout desiderata. Si consiglia la prima scelta “Autore”, in quanto permetterà di visualizzare un video in primo piano e al di sotto di esso un elenco di Playlist, create appositamente per categorizzare i contenuti. Si spunterà quindi la dicitura “Mostra Scheda in Primo Piano”, così da attivarla. Alla conclusione di tutte le modifiche effettuate nelle varie schede, si cliccherà su “Modifica Completata” per salvare le impostazioni.

Caricamento dei video

Lavorare da casa con Youtube

Lavorare da casa con Youtube

Per caricare un nuovo video da condividere sul proprio canale, si dovrà cliccare sul nome del canale che si trova in altro a destra, così da aprire nuovamente il Menù Principale, e dalle voci in elenco si dovrà selezionare la voce “Gestione Video”.

Dalla schermata che si aprirà si dovrà scegliere la voce “Carica”, che si trova in alto al menu di sinistra.

Si aprirà poi una finestra che consentirà di fare più operazioni, come ad esempio, registrare un video direttamente dalla Webcam, caricare uno o più file contemporaneamente.

Si dovrà selezionare la voce desiderata. Per procedere all’Upload di un video precedentemente salvato sul computer, bisognerà cliccare sul pulsante “Seleziona File dal Tuo Computer”, dopodiché si aprirà una finestra in cui ricercare il video nel proprio PC, quindi, lo si dovrà selezionare e così facendo il sistema inizierà ad importare il video sul canale.

Si aprirà una finestra in cui sarà possibile seguire il processo di caricamento del video scelto, dove in alto infatti una Barra di Processo visualizzerà l’avanzamento del lavoro indicando in percentuale l’attività in corso, e mentre si attenderà il completamento dell’operazione, si potranno inserire i dati descrittivi del video che si vorranno fare visualizzare sul canale.

Per fare questo, YouTube, fornisce due schede poste subito in basso al video in caricamento. Nella scheda “Informazioni di Base”, si potrà inserire il titolo del video, una descrizione dettagliata e i Tag corrispondenti. Si potranno personalizzare le altre informazioni oppure lasciare tutto invariato.

Modificare le impostazioni avanzate

Nella scheda “Impostazioni Avanzate”, sarà possibile stabilire le modalità di visualizzazione e condivisione del video, per esempio scegliendo se concedere ad un utente di effettuare l’incorporamento del file in un altro sito o meno, o se permettere i commenti da parte degli utenti, e tanto altro ancora. Una volta che sarà completato il caricamento del video, la schermata visualizzerà accanto alla Barra di Progresso, un segno di spunta verde.

Chiaramente si potrà effettuare lo stesso procedimento per tutti i video che si intenderà caricare.

Accedendo nell’apposita schermata YouTube in cui sono archiviati tutti i video caricati, si potranno gestire diverse opzioni, quindi, si dovrà cliccare il pulsante relativo al nome del canale, che si trova in alto a destra, e nel Menu Principale si dovrà cliccare sulla voce “Gestione Video”, poi dal Menu a sinistra si dovrà cliccare sulla voce “Video Caricati”.

Dalla schermata sarà possibile gestire diverse opzioni, come ad esempio, si potranno inserire dei file di sottotitoli, o cambiare le informazioni associate al video e visualizzare i video caricati secondo criteri personalizzati. YouTube ha messo anche a disposizione una funzione di Editing Video, che sarà richiamabile dalla voce “Editor Video”. Dal pulsante “Analitycs”, il sistema permetterà di visualizzare delle statistiche dei video caricati, mentre dal pulsante “Iscrizioni” sarà possibile verificare chi e quanti utenti si saranno iscritti al canale.

I Tag

Dopodiché l’ultimo punto per iniziare a guadagnare con Youtube, sarà inserire i Tag.

I Tag sono quegli elementi testuali che favoriscono il reperimento del video da parte dei motori di ricerca, compreso quello incorporato in YouTube, dunque, nel momento in cui l’utente si collegherà alla piattaforma e ricercherà un video nell’apposito spazio in alto, avrà più possibilità di raggiungere il proprio file se queste informazioni saranno precise e puntuali.

Si tratta di inserire una serie di parole, separate da una virgola, che descrivono il contenuto, che sarà compreso per esempio dalla parola autori, persone, cose, genere e ogni elemento che potrebbe anticipare la ricerca dell’utente.

Guida per guadagnare con Youtube

Probabilmente avrete sentito storie di persone normali che sono riuscite a guadagnare soldi con YouTube. Mentre guadagnare migliaia di euro probabilmente non è realistico, è possibile iniziare a guadagnare soldi velocemente, soprattutto se si dispone di una forte base di followers.

Con questa guida vi spiegheremo come monetizzare i vostri video per iniziare a guadagnare con gli annunci di YouTube.

Impostare e costruire il canale di YouTube

Il vostro canale è la vostra presenza personale su YouTube. Ogni account YouTube ha un canale collegato ad esso. Un account YouTube è lo stesso di un account Google, e la creazione di un account YouTube vi darà accesso ad altri prodotti Google, come Gmail e Drive.

Create il vostro account o utilizzate quello esistente. Aggiungete parole chiave per aiutare le persone a trovare il canale. È possibile aggiungere parole chiave accedendo alla sezione Impostazioni Avanzate del canale. Assicurarsi che le parole chiave siano rilevanti per il vostro contenuto.

Il vostro nome utente può anche lavorare a favore o contro di voi. Se è breve, facile da ricordare, e originale, le persone saranno più propense a ricordarvi. Tuttavia, se si utilizza un account esistente, è sempre possibile modificare il nome utente modificandolo sul vostro account Google+.

Aggiungere contenuti

Provate a caricare contenuti di alta qualità, e non molto lunghi. Questa opzione può variare a seconda del tipo di contenuti che si decide di caricare, e provate a pubblicare quotidianamente o con sistematica frequenza.

Anche se il contenuto non sarà eccellente agli inizi, la pratica rende perfetti. Provate a fare ogni video migliore di quello precedente.

Migliorate il vostro contenuto utilizzando una fotocamera migliore o cercando un software di editing migliore. Cercate anche di migliorare il modo in cui filmate. Usare un treppiede, un amico vi aiuterà ad illuminare meglio le scene. Tutto serve per avere un prodotto finale migliore, che a sua volta aiuta a ottenere un pubblico migliore.

Caricando regolarmente si può contribuire a mantenersi un pubblico. Le persone sono più propense ad iscriversi a un canale coerente e aggiornato rimanendogli fedele quanto più possibile.

Assicurarsi di etichettare i video con le parole chiave che descrivono il contenuto, così come inserire anche una descrizione accattivante. Questo aiuterà molto le persone a trovare il vostro video nelle loro ricerche.

Guadagnarsi un pubblico

Costruirsi un pubblico è la chiave per aumentare la monetizzazione. Avete bisogno che le persone guardino i vostri annunci al fine di fare soldi con essi. Non ci sono tecniche per ottenere più followers, basta pubblicare il miglior contenuto che si può e verrà tutto da solo.

Caricate contenuti e cercate di tenere i followers vostri affezionati. Pubblicate il vostro video su Twitter e Facebook. Condividetelo con la persone. Distribuitelo altrove su Internet. Gli utenti sono essenziali per farci diventare famosi.
Interagite con i vostri spettatori rispondendo ai loro commenti e fate video occasionali sui temi da loro proposti nei commenti e nelle domande. Coltivate la vostra community.

Monetizzare il vostro video

Per iniziare a guadagnare soldi con i vostri video, è necessario abilitare la monetizzazione. Questo significa che si consente a YouTube d’inserire annunci nei vostri video. Questo significa anche che l’utente riconosce che non vi è alcun materiale protetto da copyright nel tuo video.
È possibile monetizzare un video cliccando sulla voce “Monetizzazione” e selezionando la casella “Monetizzare con gli annunci”.
Per monetizzare un video dopo che è stato caricato, aprite “Gestione video” e cliccate sul simbolo dell’euro “€” accanto al video che si desidera monetizzare. Selezionare la casella “monetizzare con gli annunci”.

Impostare AdSense di Google

È possibile impostare Google AdSense gratuitamente presso il sito web AdSense. Fare clic sul pulsante “Iscriviti ora” per iniziare a creare il vostro account. È necessario avere almeno 18 anni o più per creare il proprio account. Se siete minorenni, sarà necessaria l’autorizzazione di un adulto.
Sono necessari PayPal o un conto bancario e un indirizzo di posta valido, così come altre informazioni in modo che AdSense possa verificare chi siete e a chi inviare i soldi. Si guadagneranno soldi per ogni clic su un annuncio. Questa è la chiave per avere un pubblico.

Controllare le analisi

Una volta che avrete caricato i video on-line, monetizzato, e aver ottenuto una certa visibilità, è possibile controllare come stanno procedendo con i test d’analisi. Selezionare l’opzione Analytics nel menu Canale. Qui è possibile visualizzare i guadagni stimati, il rendimento degli annunci, le visualizzazioni video, la demografia, etc.
Utilizzate questi strumenti per vedere che risonanza ha nel pubblico il contenuto del vostro video. È possibile modificare il contenuto o il vostro marketing se si capisce che non si sta attirando il pubblico che si desidera.

Vendete i vostri video altrove

Non mettete i vostri video solo su YouTube! Avviate un blog,

create un sito web o pubblicateli su altri siti di video o social media. Più ci si fa notare, meglio è. Condividendo il link o incorporando il video su internet, si avranno più probabilità di farsi notare.

Diventate partner di YouTube

I YouTube Partner sono i membri di YouTube che hanno monetizzato i video con un gran numero di spettatori. I partner possono accedere a più strumenti per la creazione di contenuti, e possono vincere premi per il numero di spettatori che hanno. I partner possono accedere inoltre a molto di più, cioè al sostegno della comunità con i loro suggerimenti.

È possibile diventare partner di YouTube in qualsiasi momento tramite la pagina dei partner di YouTube.

10 modi per fare soldi con Youtube

Sei interessato a fare soldi online grazie a YouTube? … continua la lettura del nostro post di oggi, di seguito vi elencherò i dieci modi per guadagnare soldi online con YouTube.

YouTube attira più di 1 miliardo di utenti al mese … un pubblico enorme.

Quindi, se si vogliono fare soldi online, uno dei modi per realizzare questo sogno è quello di diventare più attivo su YouTube. Nel caso in cui vi state chiedendo come sia possibile fare soldi su YouTube, questa articolo vi illuminerà:

Così come si può monetizzare il contenuto di un blog o di un sito web, è possibile monetizzare i video di YouTube utilizzando le stesse strategie, Adsense, marketing di affiliazione, e così via.

Così come è necessario un enorme traffico per realizzare un reddito decente dai contenuto sul tuo blog o sito web, è necessario un traffico enorme per trarre profitto anche dai tuoi video su YouTube.

“per fare soldi su YuoTube occorre un gran numero di utenti che visiteranno i tuoi filmati”

Ora, diamo un’occhiata ai 10 modi per fare soldi con YouTube.

1. Google Adsense

Inserire annunci visualizzati prima o durante i tuoi video, è il modo più ovvio per fare soldi su YouTube. Per inserire questi annunci nei tuoi video, tutto quello che dovete fare è registrarvi a Google Adsense.

Una volta impostato l’account AdSense, è possibile iniziare a visualizzare gli annunci nei tuoi video di YouTube. Uno dei principali vantaggi di questa opzione è che non c’è bisogno di cercare gli inserzionisti sul proprio account, dal momento che li gestisce Google.

2. I link Affiliati

Un altro ottimo modo per monetizzare i tuoi video di YouTube è quello di aggiungere link di affiliazione all’interno del testo di descrizione del video. Questa strategia funziona meglio se il video a un tema riferito allo stesso prodotto che stai promuovendo come affiliato.

Ottieni una commissione ogni volta che un utente vede i link di affiliazione, visita l’URL, e fa un acquisto, semplice. Più i tuoi video attraggono utenti, più cliccano sulle URL, più acquistano, e più soldi si faranno, dal momento che più persone compreranno attraverso il vostro link di affiliazione.

3. Vendere annunci privati

Si può decidere di ignorare Google Adsense e vendere gli annunci direttamente agli inserzionisti. Tuttavia, è necessario tenere a mente che è necessario ricercare gli inserzionisti. Gli annunci privati in genere generano più soldi per view rispetto agli annunci di Google Adsense. Mentre si possono vendere annunci privati a $ 50 per 1000 visualizzazioni, gli annunci Adsense di solito pagano circa 10 $ per 1000 visualizzazioni.

Tuttavia, per attirare grandi inserzionisti, i video devono costantemente attirare decine di migliaia, o addirittura centinaia di migliaia di visitatori.

4. Vendere link

Se non vi interessa il marketing di affiliazione, allora si possono vendere link all’interno delle vostre descrizioni video. Cioè, vieni pagato per l’inserimento di link a siti web o blog di altre persone.

Tuttavia, è necessario stare molto attenti con questo metodo se si dispone di un canale YouTube con una base di iscritti (abbonati) esistente. Se si affitta il tuo campo di descrizione agli inserzionisti che puntano a contenuti estranei o trash, si potrebbe danneggiare la reputazione del canale e perdere i tuoi seguaci. Il problema non sussiste se si accettano annunci pertinenti da parte di inserzionisti affidabili.

5. Noleggio di YouTube

Questa è un’altra opzione per monetizzare i video, ma al momento è solo per gli utenti negli Stati Uniti. L’opzione consente agli utenti di produrre video “premium” e vendere l’accesso a questi video. Questa opzione è adatta per chi ha costruito un pubblico fedele e una reputazione per la pubblicazione di video utili e pertinenti.

6. Vendere l’accesso ai video non in elenco

Se non sei residente negli Stati Uniti, un modo alternativo per far pagare l’accesso ai video è di pubblicarli come video non in elenco, il che significa che non verranno visualizzati nei risultati di un canale o canale di ricerca. È quindi possibile anche venderlo attraverso un altro video o un post sul blog.

In alternativa, se non si desidera ospitare i propri video su YouTube, possono essere inseriti su Amazon S3.

7. Recensioni a pagamento

È anche possibile fare soldi da YouTube producendo un video per un cliente e mettendo in risalto i benefici del suo prodotto. Anche se questo metodo può essere molto redditizio, è necessario stare attenti se si dispone di un canale con molti iscritti. Produrre un video “salesy” che non dà alcun valore per lo spettatore frequente, può creare una reputazione negativa e farvi perdere abbonati.

8. Promuovere i vostri prodotti o servizi

Se hai un business che offre determinati prodotti o servizi, è possibile attrarre più clienti con la creazione di un video che promuove le offerte e caricarlo su YouTube.

9. Prodotti di affiliazione, recensione

Pur inserendo i link di affiliazione all’interno della vostra descrizione del video (un buon modo per fare soldi da prodotti o servizi di altre persone come descritto sopra), si possono fare ancora più soldi, dedicando un intero video per promuovere i prodotti di affiliazione. Un buon modo per aumentare i tuoi guadagni con questo metodo è quello di creare un video di voi che usate il prodotto ed i risultati che hai ottenuto.

10. Vendi il canale

Proprio come un blogger che decide di vendere il suo blog, è possibile vendere il vostro canale di YouTube. Ricordate che i canali che attirano più traffico dai motori di ricerca (e quindi generano più soldi), sono quelli che attraggono le visite dei soli abbonati.

News e consigli per guadagnare con Youtube

Conto Demo gratuito!