IRS, il fisco americano ha messo in crisi gli investitori crypto

IRS, il fisco americano ha messo in crisi gli investitori crypto

Dall’articolo pubblicato da Forbes, che è una rivista americana specializzata in economia e finanza, si legge che i trader di criptovalute recentemente hanno ricevuto una lettera 6174-A inviata dall’IRS (Internal Revenue Service) degli Stati Uniti.

Nella lettera in particolare viene intimato di collaborare e quindi di dichiarare tutti i profitti per evitare ulteriori problemi.

Guida Trading Bitcoin ForexTB

Gran parte dei trader che l’hanno ricevuta sono quelli che avevano già messo in regola tutti i loro pagamenti con il fisco. Si tratta in specifico di quelle persone che erano state precedente identificate dall’IRS nel 2017 tramite la piattaforma Coinbase per prevenire l’evasione fiscale.

Guida Trading Bitcoin ForexTB

Lascia un Commento

Vuoi Investire in Bitcoin da Professionista?

Importi Garantiti con un broker Rispettabile.

Vuoi Provare il trading Bitcoin con un

Conto Demo Gratuito e illimitato?

Nessun documento cartaceo da inviare, Conto Demo senza obblighi ne vincoli di deposito.

Deposito minimo richiesto 200 (circa 180€).

Il 71% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di assumere l’alto rischio di perdere i tuoi soldi.

Le criptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.