L'eparina contro il coronavirus è efficace?

L’eparina contro il coronavirus è efficace? È possibile comprare azioni Shenzhen Hepalink Pharmaceutical?

In quest’ultimo periodo si stanno testando diversi medicinali, utilizzati per curare altre malattie, per contrastare il coronavirus. Tra questi farmaci ultimamente si sta parlando molto dell’eparina. Si tratta di anticoagulante che recentemente l‘Aifa ha autorizzato uno studio clinico per testare l’efficacia contro il COVID-19. Hanno pensato all’eparina perché ci sono paziente che muoiono a causa dell’embolia polmonare.

Per chi è appassionato di Trading Online troverà interessante sapere che il primo fornitore mondiale di eparina è stata la società farmaceutica Shenzhen Hepalink Pharmaceutical Co Ltd., quotata alla Borsa cinese.
Ti consigliamo di leggere il nostro articolo “Come investire in azioni ai tempi del Coronavirus“.

Cos’è l’eparina?

Prima di procedere con l’articolo riteniamo che sia interessante sapere cos’è l’eparina e per quali trattamenti viene utilizzato. Abbiamo trovato interessante la spiegazione presente su wikipedia: “L’eparina, dal greco “ἧπαρ” (fegato) (fu inizialmente estratta dal fegato di cane), è un glicosaminoglicano altamente solfatato, è ampiamente utilizzato come farmaco iniettabile anticoagulante. … Può inoltre essere impiegata come collirio oppure per formare superfici anticoagulanti in esperimenti di vario genere e cure mediche (emodialisi).

È sull’elenco dei farmaci essenziali per l’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre ad essere tra i farmaci più efficaci e sicuri nel sistema sanitario.

… È nota anche come eparina non frazionata (UFH). È inoltre disponibile una versione frazionata di eparina, nota come eparina a basso peso molecolare

Per quanto riguarda il suo utilizzo viene riportato che: “In dosi terapeutiche, agisce come anticoagulante, impedendo la formazione di coaguli e l’estensione dei coaguli esistenti all’interno del sangue. L’Eparina non rompe direttamente i trombi già formati (a differenza dell’Attivatore del Plasminogeno Tissutale), ma consente ai meccanismi di lisi del trombo di funzionare meglio per abbattere i trombi già formati.
L’eparina è generalmente usata per l’anticoagulazione per le seguenti condizioni:

  • Sindrome coronarica acuta (es. NSTEMI);
  • Fibrillazione atriale;
  • Bypass cardiopolmonare per la chirurgia del cuore;
  • ECMO;
  • Emofiltrazione;
  • All’interno di cateteri venosi centrali o periferici.

In particolare viene utilizzata per trattare e prevenire la trombosi venosa profonda, embolia polmonare e tromboembolia arteriosa. Viene anche usato nel trattamento di attacchi cardiaci e angina instabile. Viene somministrato per iniezione in vena“.

Millionaireweb.it consiglia

Questo ci fa capire perché l’eparina ha destato tanto interesse nei ricercatori e anche perché l’Aifa ha dato l’ok per la sperimentazione di questo medicinale per trattare l’infezione da coronavirus.

Perché utilizzare l’eparina per combattere il coronavirus?

I risultati degli studi provengono dalla Cina che ha constatato che ai pazienti ai quali è stata assegnata una terapia a base di eparina ha ridotto il tasso di mortalità causata dall’infezione del COVID-19.

Questo anticoagulante è stato impiegato per curare la polmonite interstiziale causata dal coronavirus perché i medici hanno rilevato che molti pazienti in rianimazione manifestavano in particolare l’embolia polmonare o altri casi di genere tromboembolico.

Esattamente quella che viene somministrata è l’eparina a basso peso molecolare. Stando a quanto dichiarato dal professore Filippo Drago, neurologo e psichiatra italiano e membro dell’unità di crisi Covid-19 della Società Italiana di Farmacologia, in un’intervista sul “Corriere della Sera” dice che: “L’evidenza clinica, supportata da esami autoptici, è che i pazienti Covid-19 muoiono non tanto per insufficienza polmonare grave, quanto per embolia polmonare massiva o altri gravi fenomeni trombo-embolico“.

Aggiunge che: “Dati preclinici ci dicono che Sars-Cov-2 si lega all’eparan-solfato e all’eparina endogena prodotti dal nostro corpo e localizzati soprattutto nella membrana basale delle arterie polmonari, inattivandoli. A questo si aggiunge il fatto che il virus penetra all’interno delle cellule endoteliali degli alveoli polmonari e dei vasi sanguigni, provocandone la morte, con un successivo quadro di danno vascolare che complica la reazione infiammatoria del tessuto. Da qui la necessità di supplementare l’eparina dall’esterno con una molecola come l’enoxaparina, che è un’eparina a basso peso molecolare“.

L’Aifa autorizza lo studio sull’eparina

Sul sito ufficiale del Ministero della Salute sono stati pubblicati tutti gli studi autorizzati dall’Aifa per la sperimentazione di farmaci per il trattamento dell’infezione da nuovo coronavirus.

Sul sito leggiamo che l’Aifa: “… ha pubblicato una scheda tecnica sull’utilizzo dell’eparina a basso peso molecolare nel trattamento dei pazienti con Covid-19“.

Il contenuto della scheda è molto interessante e quindi abbiamo pensato di riportarvela per intero: “Le eparine a basso peso molecolare (EBPM) sono utilizzate nella prevenzione del tromboembolismo venoso post chirurgico e del tromboembolismo venoso in pazienti non chirurgici affetti da una patologia acuta (come ad esempio insufficienza cardiaca acuta, insufficienza respiratoria, infezioni gravi o malattie reumatiche) con mobilità ridotta e ad aumentato rischio di tromboembolismo venoso. Sono inoltre utilizzate nel trattamento della trombosi venosa profonda e dell’embolia polmonare e della sindrome coronarica acuta.

Riguardo il trattamento dei pazienti con Covid-19 con le eparine a basso peso molecolare, nel razionale della sua scheda tecnica l’Aifa indica che l’uso delle EBPM  si può collocare sia nella fase iniziale della malattia che nella fase avanzata. Nella fase iniziale, quando è presente una polmonite e si determina una ridotta mobilità del paziente con allettamento, l’eparina potrà essere utilizzata a dose profilattica allo scopo di prevenire il tromboembolismo venoso. Nella fase più avanzata della malattia, in pazienti ricoverati, per contenere i fenomeni trombotici a partenza dal circolo polmonare come conseguenza dell’iperinfiammazione dovuta alla malattia, le EBPM dovranno essere utilizzate a dosi terapeutiche.

L’Aifa sottolinea però nella scheda tecnica che “poiché l’uso terapeutico delle EBPM sta entrando nella pratica clinica sulla base di evidenze incomplete e con importanti incertezze anche in merito alla sicurezza, si sottolinea l’urgente necessità di studi randomizzati che ne valutino efficacia clinica e sicurezza.

Millionaireweb.it consiglia

In Italia verrà utilizzato e testato in più di 10 centri dove è previsto il trattamento con il biosimilare di enoxaparina sodica (EBPM) su 300 pazienti.

L’eparina sarà distribuita gratuitamente dall’azienda farmaceutica Techdow Pharma, filiale italiana della Shenzhen Hepalink Pharmaceutical Group.

È possibile investire in azioni della società farmaceutica Shenzhen Hepalink Pharmaceutical Co Ltd.?

La società farmaceutica Shenzhen Hepalink Pharmaceutical Group Co Ltd., con sede in Cina, è specializzata in Ricerca e Sviluppo (R&S), in inglese la sigla è R&D che sta per Research and Development. In particolare produce e commercializza eparina a basso peso molecolare.

Si tratta del primo e unico produttore cinese di enoxaparina sodica che ha passato i controlli GMP (Good Manufacturing Practices) in Cina, in Europa, in Brasile, in USA e in Australia.

È presente sia sul mercato nazionale che all’estero, collabora con più di 40 aziende farmaceutiche in tutto il mondo. Oggi risulta essere il principale produttore di eparine a basso peso molecolare.

Inoltre vi interesserà sapere che le azioni della multinazionale farmaceutica cinese sono quotate sulla Borsa cinese. Il fatto che possa essere una buona occasione oppure no dipende da tanti fattori che devono essere valutati nel momento in cui si decide di effettuare l’investimento.

Solitamente si ha la possibilità di scegliere tra diversi tipi di investimento come comprare le azioni in banca oppure tramite le piattaforme di trading online.

Per quanto riguarda il primo caso attualmente non è possibile recarsi fisicamente in banca a causa delle restrizioni emanate dal Governo. Però potete provare a contattare telefonicamente la banca e vedere se è possibile effettuare l’investimento online tramite l’Home Banking.

Nel secondo caso dovete cercare broker certificati e autorizzati che tra le tante azioni offrano anche quelle della società Shenzhen Hepalink Pharmaceutical Co Ltd..

Al momento sulla piattaforma del broker eToro non sono presenti le azioni Shenzhen Hepalink Pharmaceutical Co Ltd., però vi consigliamo di approfittare del tempo che avete a disposizione in questo momento per esercitarvi con il Trading Online.

Social trading di eToro per investire in azioni

Broker trading online etoro

Broker trading online etoro

Ci teniamo a precisare sin da subito che in particolare vi parliamo di eToro perché offre molte opportunità di investimento ed è molto indicato per i trader principianti. Oltretutto si tratta di un broker autorizzato e certificato e questo sta a significare che il vostro conto deposito è tutelato dagli enti regolatori.

In particolare ci siamo rivolti ai trader alle prime armi perché eToro offre gratuitamente la piattaforma di Social Trading, molto simile appunto a un social network. Questo vuol dire che gli utenti possono tranquillamente interagire tra di loro inviandosi dei messaggi, hanno così l’opportunità di confrontarsi e scambiarsi idee.

Tra i tanti servizi e strumenti non possiamo non parlarvi del CopyTrader che permette a tutti di seguire e copiare automaticamente, se si preferisce manualmente, i trader professionisti che su eToro sono conosciuti come Popular Investor.

Potete scegliere di investire aprendo un conto live dove è necessario versare un deposito minimo del valore di 200 dollari. Se invece non vi sentiti ancora molto sicuri oppure non avete molto denaro a disposizione avete la possibilità di aprire gratuitamente il Conto Demo. Per i vostri investimenti andrete ad utilizzare soldi virtuali messi a disposizione dal broker. Questo sta a significare che non si corre nessun rischio, ma può essere un’opportunità per esercitarsi, per testare la piattaforma e per provare nuove strategie di trading.

Qui sotto troverete il video dove potete vedere quanto è facile operare con il Social Trading di eToro.

Video Guida: Come funziona il Social Trading

Millionaireweb.it consiglia

Lascia un Commento